domenica 25 agosto 2013

Brian Tull - Fotorealismo pittorico

Brian Tull





 Le opere pittoriche iperrealiste di Brian Tull (nato a Nashville, Tennessee) sono ispirate agli anni 60' della  cultura americana.








"Mi piace ogni cosa nostalgica. I miei dipinti in acrilico e olio catturano momenti ordinari e riflessioni dal 1930 al1960. Ho un interesse per il design di questo periodo, da cucina spremiagrumi e tostapane a un alloggio moderno di metà secolo e automobili."







"I miei quadri presentano spesso la figura femminile come protagonista - che vanno da opere grafiche orientate suggestivi del movimento Pop Art degli anni 1960, con le immagini ricche di colore non miscelato e vincolato da bordi duri, per vero fotorealismo."








"L'unica opzione che ho per ricordare il 1940 e '50 's, è attraverso la mia immaginazione. Lasciato che  la mia mente visiti le persone, la loro epoca, le loro storie e fotografie, poi traduco il mio racconto attraverso la pittura."








"Fari su una strada a due corsie, i raggi del sole attraverso gli alberi, i treni in una notte piovosa. Essi provengono da piccoli centri e grandi città. Vedo dipinti a canzoni popolari , i passanti per le strade, eil predicatore che predica il Vangelola domenica mattina. le  Idee per i miei dipinti vengono dal passato e del presente, da tutte le cose nostalgiche."








"I miei quadri ritagliati strategicamente a olio e acrilico sono a volte conflittuali e spesso presentano la figura femminile come protagonista, dando un sottile sguardo nella vita dei personaggi."








"Le mie composizioni possono variare da un realismo grafico orientato con le immagini ricche di colore non miscelato e vincolato da bordi duri, al  vero fotorealismo utilizzando originale, messo in scena fotografie come materiale sorgente."








"Messa in scena la fotografia di riferimento, la pittura è essenziale; raramente ho cambiato qualcosa durante tutto il processo di verniciatura."









"Ho scelto il fotorealismo perché permette allo spettatore di notare le cose che non si accorge in tempo reale, soprattutto con i miei dettagli, opere di grandi dimensioni. "








"Un dipinto congela il movimento. Il  fotorealismo invece è un veicolo molto adatto per catturare momenti che si verificano con poco preavviso, ma che si stanno comunque rivelando nella loro narrazione."








"l mio processo di verniciatura mi costringe a guardare oltre la materia, per lasciare solo un volto o una serie di oggetti, o di un oggetto semplicemente in un blocco di colore. Alla fine, la storia sarà vista e raccontata."








" I miei quadri sono dipintidi  con acrilico, olio e pennelli. Sono sempre alla ricerca  per  migliorare la tecnica con un interesse per la composizione, la narrativa, e tecnicismi."


















                                                   
































1 commento: