domenica 13 ottobre 2013

I personaggi umoristici di Pino Procopio





Pino Procopio





Pino Procopio nasce a Guardavalle (CZ) il 16 giugno1954. 
Disegnatore appassionato,sviluppa una tematica ironica, animata di 
personaggi Felliniani, stralunati, dai volti come deformati da una lente. 









Costruisce i suoi quadri come scenografie teatrali affollandole di figure dalle forme straripanti e innervate da colori puri, vivacissimi e prepotenti come quelli che sceglierebbe un bambino.









La tecnica pittorica si addice perfettamente alle tele di questo Artista che riesce sempre a farci sorridere e a stupirci, a mettere tutti noi alla berlina con acutezza e ironia.








Essendo anche scrittore, le notizie biografiche qui di seguito riportate sono le sue stesse parole, ironicamente parla di sè in terza persona....
"Durante la frequenza della scuola materna della sua città è attratto dall’argilla che circonda l’edificio, con la quale modella sculture neoprimitive. Finita la terza elementare decide di parlare il meno possibile ma di pensare molto. Alle scuole medie viene punito per aver realizzato una serie di disegni erotici.









Nel 1970 frequenta i primi due anni del liceo artistico nella  città di Catanzaro. Dovendo scegliere tra Friedrich Nietzsche, Julius Evola e un cavalletto da pittore opta senza alcun indugio, per quest’ultimo, molto più divertente e perché ci si può parlare con molta chiarezza.









Terminati gli studi liceali, si iscrive alla facoltà di architettura a Roma. Durante la permanenza nella capitale frequenta le varie gallerie e fa la conoscenza di numerosi artisti veri, ma anche finti, questi ultimi riconoscibili dall’abbigliamento molto,   molto strano.












Durante la grande mostra delle opere di Van Gogh, alla Galleria d’Arte Moderna, si mette in fila per ore, ma per ammirare gli stupendi dipinti di Antonio Corpora esposti al piano sottostante. Scrive due poesie, la prima dedicata ad un maestro di vita, l’altra al profondo mare di Calabria.










In una frizzante giornata di marzo, dopo aver terminato gli studi universitari, sentendosi disponibile e generoso, sposa una ragazza che, il giorno prima l’aveva salutato da un treno in transito."









Tenne la Mostra personale alla Galleria “La Riva” Giulianova (TE).
Da allora numerose Gallerie e spazi pubblici hanno ospitato sue mostre personali, accrescendone la fama su tutto il territorio nazionale e, soprattuto in ambito internazionale.














www.pinoprocopio.it








1 commento: