mercoledì 9 ottobre 2013

L'arte naif di Josip Generalić figlio di Ivan Generalic


Josip Generalic



 Josip Generalić (Hlebine, 1936-2004) è il pittore naif croato , figlio di Ivan Generalic.  I suoi primi  dipinti ad olio su tela risalgono al 1950.








La sua prima apparizione pubblica ha avuto luogo nel 1954 nella città di Krizevci vicino Koprivnica, dove si è laureato presso il Teachers 'Training College. 







Nel 1959 mostrò le sue opere per la prima volta in una mostra personale nel Museo di Città di Koprivnica.
Queste opere sono dipinte sotto l'influsso del suo maestro e padre, il grande Ivan Generalic. 







Nel 1960 Josip lascia il villaggio nativo, Hlebine, e si trasferisce a Zagabria dove termina la scuola superiore di pedagogia.ha iniziato a lavorare come insegnante nella scuola. 







L'inizio della sua carriera pittorica viene caratterizzato dalla fase floreale con la quale il Generalic viene annoverato tra i pittori della Scuola di Hlebine. Ma, vivendo in città, accetta i motivi urbani, e così nasce il ciclo dei ritratti delle personalità conosciute (i Beatles, Sophia Loren, Yul Brinner, Janis Jopplin, John Lennon ed altri)







Qualche anno più tardi, Josip entra nella sua" fase nera". Entrando nel profondo della subcoscienza umana, si è schierato dalla parte del dolore umano, rappresentando il male e la violenza. Verso l'inizio degli anni novanta la fase nera si è placata e ritorna al villaggio nativo. 







 Durante la sua vita, Josip Generalic ha esposto le sue opere in più di 1.000 esposizioni collettive e 200 mostre personali in tutto il mondo. Lui era regolarmente presente in tutte le mostre rappresentative del croato e arte naif del mondo. Il famoso artista è stato premiato da molte giurie internazionali





Gladiolen - Ivan Generalic


E 'autore di diversi design a Zagabria teatro, libri illustrati per bambini, realizzati trenta arazzi, di cui Grande annata incluso nella collezione permanente del Museum of Modern Art di Soilami, Giappone.



















www.generalic.com

Nessun commento:

Posta un commento