martedì 29 ottobre 2013

L'arte Naif di Dragan Mihailović




Nato a Belgrado il 6 febbraio 1950, Dragan ha trascorso la sua infanzia nella casa del padre situata ad una decina di chilometri da Belgrado, sulla sponda destra del fiume Sava.











Il suo amore per l'arte risale alla sua infanzia; ha presentato le sue prime opere al pubblico all'età di 22 anni, durante il suo primo soggiorno a Parigi.











Dopo aver trascorso un breve periodo a Montmartre (Parigi), l'unico  laboratorio d'arte all'aperto  riconosciuto in tutto il mondo, ha iniziato una fruttuosa collaborazione con le gallerie di Parigi "il grillo" , "Galleria 93" , " Galleria Mona Lisa " e la galleria "Mondo Naif integer " .










La pittura Naif negli anni 70' è in crescita e Dragan è diventato un regolare espositore dei più prestigiosi saloni di pittura a Parigi e di qualsiasi altra importante mostra collettiva.










Ispirato dall'arte di allora dei  pittori naif jugoslavi , riuscì molto           velocemente nei suoi sforzi per infondere l'anima nei suoi dipinti e trasformare tematicamente le favole lasciando i vecchi temi stereotipati che pittori più ingenui avevano l'abitudine di usare.










Riuscì suo più grande successo in Canada, dove, in occasione dell'apertura della "Galleria Jeannine Blais" nel 1985, ha esposto con alcuni pittori autodidatta europei e canadesi riconosciuto e divenne molto famoso in questa regione del Nord America, la sua opere sono più popolari.



  










1 commento: