martedì 1 ottobre 2013

L'iperrealismo di Iain Faulkner (Scozia)



Iain Faulkner è nato a Glasgow 1973 . Si è laureato alla Glasgow School of Art nel 1996 con un BA ( Honours ) laurea in Fine Art .. Dopo la laurea si è affermato come un abile disegnatore tecnico ma poi ha deciso di abbracciare il difficile cammino della pittura figurativa . A sol i 30 anni di età ha già avuto numerose mostre personali di successo nel Regno Unito, Stati Uniti, Spagna e Italia. Iain fu incaricato di dipingere i  ritratti europei dei membri  del team della Ryder Cup, 2010.



                                        







 La rappresentazione di figure solitarie, fermo, immobile, colto nell'atto di contemplazione, in mezzo alla natura o di scene urbane, è volontariamente lasciato aperto all'interpretazione





La realtà viene osservata e descritta come in un dipinto tradizionale, ma l'artista non intende esaminare la natura effimera della vita, piuttosto queste composizioni sono un invito a fermarsi e riflettere. Non c'è narrazione. La camicia bianca maschile vestita è significativamente prelevata dal suo contesto naturale e collocato su una spiaggia,un  lago o un tetto di New York.





I dipinti di Faulkner contengono immagini forti e potenti basandosi su impatto visivo. I suoi dipinti catturano momenti di calma e contemplativa , scambi intimi , solitudine e talvolta dipinti malinconici.





Questi dipinti parlano di un mondo universale e immutabile, dove i momenti fugaci di un particolare crepuscolo diventano simbolo di un luogo in cui la giornata è finita e la notte è ancora da venire.





 Essi hanno la capacità di evocare, suggerire qualcosa di nascosto, nascosto nel silenzio, qualcosa che è appena accaduto nel corso della giornata o sta per accadere nella notte.





 Egli crea un netto contrasto tra la sorgente di luce e la tonalità spesso oscura C'è una quiete nei temi di tutti i giorni , che trasmette un senso di riflessione interiore.





Lo spettatore è quindi invitato a entrare in empatia con il protagonista del dipinto, che è al centro di indagine psicologica di Faulkner:  la realizzazione di ogni quadro è una vera osservazione e al tempo stesso una interpretazione allegorica della realtà.





Ciò è evidente attraverso l'immaginario impiegato:. Figure raduno essere tratte verso il mare - un simbolo di desiderio e di auto-indagine, le singole figure contemplative che riflettono sul loro posto nel mondo, le figure di tostatura - un ricordo struggente della nostra umanità





Un personaggio maschile fisicamente identico a Iain Faulkner appare in molte delle sue stampe in edizione limitata , le stampe non sono autoritratti in senso tradizionale . Piuttosto sono le stampe in cui Faulkner è l'attore .





Le scene in cui il personaggio di Faulkner è ritratto si svolgono in vari mondi possibili , senza tempo, universi alternativi , dove passato e presente , realtà e finzione si intrecciano .Iain  riconosce l' influenza di artisti come Singer Sargent , Degas , Whistler e soprattutto Vermeer. 






1 commento: