venerdì 1 novembre 2013

L'arte Naif di Giovanni Rossi (in arte issor)



Residente a Villasanta, ove nacque 65 anni fa  Giovanni Rossi (in arte Issor)  e' artista di spicco nel suo genere e fra i pochissimi a praticare la tecnica olio sotto vetro, secondo la lezione della scuola di Hlebine, un paesino sperduto nella regione croata della Podravina, dove negli anni Trenta prese avvio questo specifico modo espressivo. 



clip_image032



clip_image028



clip_image018







 E' nato a Villasanta  Due volte vincitore del premio Internazionale di arte Naïf di Varenna, dove ormai è presenza stabile, ha al suo attivo numerose esposizioni e vanta permanenze nella prestigiosa Galleria degli artisti di Trebnje in Slovenia, al Museo delle Arti Naives Cesare Zavattini di Luzzara e al Vihorlatské Múzeum Humenné in Slovacchia.



clip_image024



clip_image008




clip_image020






clip_image006




Il nomignolo ‘issor’ palesa il suo modo di procedere in pittura: i colori vengono stesi sul retro e in sequenza contraria rispetto a quel che appare a lavoro finito. Ciò significa partire dai particolari cromatici in primo piano e proseguire a ritroso, arrivando da ultimo al fondo. 



clip_image010




clip_image012




clip_image002



clip_image026




I quadri raffigurano la vita popolare:  il contadino intento ai lavori campestri o del piccolo allevamento, la chiacchiera fra comari, le feste paesane, la devozione presso le edicole sacre.   



clip_image030









clip_image004




clip_image015




Pervase di romanticismo non privo di note burlesche e anche di ricordi personali, rammentano le allegorie dei Mesi e delle Stagioni, tipiche dell'arte medioevale, con quelle tozze sagome variamente atteggiate che, nel ciclo dell'anno, attendono all'occupazione che ciascun periodo richiede. 






clip_image013



clip_image021








Nessun commento:

Posta un commento