domenica 11 ottobre 2015

Paul Corfield

Paul  Corfield è nato nel 1970 a Bournemouth, nella contea costiera del Sud-Ovest dell'Inghilterra conosciuta come Dorset.  Dopo aver lasciato la scuola è stato accettato al College d'Arte, ma alla fine ha rinunciato. Come illustratore tecnico, ha lavorato in uno studio di ingegneria e dipingeva di  sera In seguito ha lasciato il lavoro per dedicarsi alla sua passione: la pittura realistica. 
Lavora in uno stile che ha creato e sviluppato dal 2002. Egli chiama questo stile neo-fotorealismo che è il suo sviluppo di fotorealismo tradizionale e dell'iperrealismo. Invece di impiegare fotografia con una fotocamera vera e fotografare soggetti del mondo reale, Paul prima crea tutto interamente in software di modellazione 3D al computer. Questo software è lo stesso di quello utilizzato per creare il realismo mozzafiato e gli effetti speciali nei film di oggi di successo sul grande e piccolo schermo. Lavorando in questo modo si apre un nuovo mondo di possibilità creative per simulare la realtà e praticamente tutto è possibile. La fase di progettazione computer basato può richiedere settimane fino a quando Paul è completamente felice con la sua creazione. A questo punto il progetto è fotografato utilizzando una telecamera virtuale che è costruito nel software, questa fotocamera può simulare la velocità dell'otturatore, l'apertura, le dimensioni dell'obiettivo, dal grandangolo al teleobiettivo, grana della pellicola ISO e tutti gli altri elementi che si trovano su un vero e proprio fotocamera. Uno dei vantaggi di lavorare in questo modo con la telecamera virtuale è che non vi è alcun limite alla dimensione del file o il livello di dettaglio che può essere catturato. Questo supera di gran lunga quella di una telecamera fisica che viene trattenuta dai suoi lenti in vetro con il relativo sensore digitale o dimensioni della pellicola. Non c'è fine agli strumenti ai artisti controllano completamente ottimizzare il rendering finale (fotografia virtuale). Da questo punto in metodi di lavoro fotorealista tradizionali sono seguiti da vicino. Un proiettore digitale viene utilizzato per proiettare il disegno sulla tela in cui si fa un disegno molto dettagliato linea e da allora i metodi tradizionali della pittura a olio sono impiegati. L'intero processo dal computer basato disegno alla fine della pittura rifinita vogliono mesi e molte centinaia di ore. 

















































































Nessun commento:

Posta un commento