lunedì 24 aprile 2017

Eugenio de Blaas

Eugenio De Blaas, noto anche come Eugene von Blaas  o Eugene de Blaas (1843 –1931), è stato un pittore italiano naturalizzato austriaco. Nacque a Albano, vicino a Roma, da genitori austriaci. Suo padre Karl, anche un pittore nazareno, ed è stato il suo insegnante. Nel 1856 la famiglia si trasferì a Venezia, quando Karl divenne professore presso l'Accademia di Venezia. Studia all'Accademia di Roma e all'Accademia di Venezia, allievo del padre Karl, dove subito si notano i suoi progressi, nel 1860 vince il premio Selvatico e già espone nelle sale dell'Accademia. La sua prima opera di un certo rilievo è datata 1863 una pala d'altare per la parrocchiale di San Valentino di Merano (oggi nella Domus Mercatoruma di Bolzano). Negli anni si susseguirono varie opere per lo più sul tema di paesaggi veneziani, raffigurato la vita dei pescatori, gondolieri e bellezze veneziane. Fu anche ritrattista di nobili romani e veneziani, tra le opere più celebri spicca il ritratto dell'uomo d'affari Philip Morris e della duchessa Ersilia Canevaro.  Espone in Italia e all'estero: a Vienna, a Londra fra il 1875 e il 1892; a Parigi, Berlino, Monaco, Bruxelles e san Pietroburgo. Dal 1884 al 1890 venne nominato Professore Onorario di Pittura all'Accademia di Venezia. Morì a Venezia nel 1931. Le sue opere sono esposte nei musei di Leicester, Melbourne, Nottingham, Sheffield, Sydney, Vienna e Trieste




















































































































































Nessun commento:

Posta un commento