venerdì 7 luglio 2017

Alberto Godoy

"Nato in mezzo alle turbolenze del 1960 a Cuba, porto alla mia arte il timbro indelebile della patria caraibica. Fuggendo l'oppressione del regime di Castro nel 1980, ho mantenuto le immagini vivaci del popolo, dei costumi e dei paesaggi del mio paese. La mia arte è un riflesso di queste influenze.
I miei dipinti canalizzano il ritmo della vita e della cultura quotidiani cubani e ritraggono una stretta affinità con i miei soggetti. Essi raffigurano anche la ricchezza e la profondità della cultura ispanica, esponendo ogni aspetto dell'esperienza latina con temi che vanno dalla vita indigena e rurale dell'America Latina Coloniale alle immagini contemporanee. Abbracciando questi luoghi comuni ma temi lirici, trasmetterò la bellezza di loro usando l'immagine immersa, colorata, vibrante, calda, esotica.  La mia interpretazione del primitivismo postmoderno è proiettata attraverso l'uso di volume esagerato, il mio stile di firma. Al centro del mio lavoro è una filosofia di base: quella perfezione si trova nella natura sferica dell'universo. Le figure rotonde nei miei dipinti sono la manifestazione di questa credenza.  Il mio lavoro è stato mostrato a livello internazionale, anche nel mio nativo Cuba, e ho avuto più spettacoli anche negli Stati Uniti."

(www.albertogodoy.com)

















































































































































 (www.albertogodoy.com)






Nessun commento:

Posta un commento