lunedì 16 gennaio 2017

Sergey Ivanovich Smirnov

L'artista russo Sergey Ivanovich Smirnov è nato nel 1953, in una zona di confine con la Russia l'Oceano Pacifico conosciuto come la penisola di Kamchatka. Suo padre era un ufficiale dell'esercito. Nei suoi anni di  adolescenza, Smirnov e la sua famiglia si stabilirono a Mosca. Nel 1979, Smirnov ha iniziato a prendere lezioni presso la Moscow City Art College. Si è laureato presso la scuola d'arte nel 1984  con un master in arte.  Ha  lavorato come restauratore di  antiche icone  e affreschi delle chiese .   Nel 1996, Smirnov  ha esposto alla Casa Orlean a Londra. Nel 1997, Smirnov è stato premiato come il terzo artista vivente ad avere una mostra personale nel Manezh del Cremlino, che si posiziona come una delle più prestigiose gallerie d'arte del mondo.  Nel 1988, Smirnov è diventato un membro della Federazione Internazionale degli Artisti e National Artists 'Union of Russia. La sua arte è inclusa in diverse collezioni russe degne di nota, tra cui quelli dell'ex presidente russo Boris Eltsin, l'ex primo ministro Viktor Chernomyrdin, ex ministro della Difesa Evgeny Shaposhnikov e molti altri. Dal 2001 al 2006, i quadri di Smirnov sono stati esposti nelle gallerie Fingerhut in California.  Smirnov è morto improvvisamente per un attacco cardiaco l'8 novembre 2006 a Sausalito, mentre teneva la sua mostra personale a La Jolla.
La sua arte  ha subito l 'influenza di  Gustav Klimt,  pietra miliare del movimento Art Nouveau ed  anche Modigliani e Rembrandt, Andrei Rublev e Pheophan Grek, che sono stati celebri maestri della pittura slava di icone .