martedì 25 marzo 2014

Il realismo soggetivo di Michel Pellus



 "Il mio lavoro è una poesia visiva, cerco di catturare un momento nel tempo, quel particolare momento. Non un momento prima, né il momento dopo. " (Miche Pellus)















Michel Pellus è nato a Montreal, in Canada nel 1945, un discendente di artisti e artigiani. Autodidatta come artista,l'opera  di Pellus si è evolutanel corso della sua carriera. I suoi primi lavori sono stati caratterizzati da umorismo, ottimismo e ricca simbologia.















Le figure realistiche sono stati fissati in paesaggi fantasiosi che danno un senso di dualità cosmica. Pellus ha coniato il termine "realismo soggettivo" per descrivere questo stile di pittura. A trentacinque anni, durante la ricerca di libertà e di liberazione, Pellus si ritirò in una remota isola nelle Bahamas, dove visse e dipinse nel periodo  1983-1988.















 Questo è stato un periodo cruciale della  sua vita personale e della sua carriera. In quell'isola deserta remota, Pellus ha creato alcuni dei suoi paesaggi urbani più sorprendenti di scene di strada di New York. 















Nel corso del 1970, Pellus creato una serie di litografie che comprendono voli di fantasia e Le Cliché che sono stati successivamente prodotti dalla atelier di fama mondiale di Eleonora Ettinger (editore Norman Rockwell). Per il Dual Graphics ha prodotto una serie di litografie che includono "Omaggio ai Maestri", un omaggio a Dalì, Picasso e Chagall, così come "Problematique", in onore del 100 ° compleanno di Einstein.
























pellus.com




1 commento:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina