martedì 10 settembre 2013

Le madri di Pino Daeni


Pino Daeni (1939-2010)
                                                                                      





Pino Daeni pittore impressionista. Meglio conosciuto come Pino Daeni o, più comunemente, come Pino,  è stato un illustratore e artista italiano, conosciuto per il suo stile femminile, le donne romantiche e gli uomini forti dipinti con sciolta ma precisa pennellata. Considerato uno dei massimi illustratori retribuiti del suo tempo, ha creato oltre 3000 copertine di libri, manifesti di film e illustrazioni di riviste.






Nato Giuseppe Dangelici Daeni, a Bari, il suo talento è stato  riconosciuto dal suo primo maestro elementare, che ha consigliato il padre di Pino, Tommaso D'Angelico, ad incoraggiare la precocità artistica di suo figlio. Tuttavia, Tommaso rimase scettico del futuro di suo figlio come un artista.







Cominciò come un artista autodidatta. Alla fine, Pino iscrive all'Istituto d'Arte di Bari, poi ha continuato a di Milano all'Accademia di Brera nel 1960, dove ha affinato la sua arte per dipingere dal vivo nudo.
Dal 1960 al 1979 il suo lavoro ha ottenuto numerosi premi e riconoscimenti. Durante questo periodo, è stato commissionato da due delle più grandi case editrici italiane, Mondadori e Rizzoli , per le numerose illustrazioni di libri. 







Dopo una visita a Manhattan nel 1971, le esperienze di Pino della scena artistica in quel periodo lo ha portato a sentirsi limitato a Milano, e nel 1978, si trasferisce a New York, dove si credeva che la libertà artistica avrebbe permesso maggiori opportunità. Ha portato con sé la sua famiglia-moglie Chiara, di sette anni, figlia Paola, e di cinque anni figlio Massimo. 







Con il patrocinio della Galleria Borghi, ha ricoperto diversi spettacoli a New York e Massachusetts. Il suo lavoro ha catturato l'attenzione di entrambi Dell e Zebra Book Publishers , e subito dopo, Bantam , Simon and Schuster , Penguin USA , Dell, e Arlecchino . I suoi romanticismo romanzo copertine dipinte per autori come Danielle Steel , Sylvie Summerfield e Amanda Ashley, aiutato vendere milioni di libri utilizzando un collega milanese modello italiano allora sconosciuto di nome Fabio .





Entro la fine della sua carriera, aveva progettato circa 3.000 copertine di libri.  Desideroso di lasciare dietro di illustrazione di tornare alle sue radici impressioniste, nel 1992 ha contattato uno dei più importanti gallerie in Scottsdale, Arizona e ha inviato cinque dipinti, che sono stati ben accolti. 






Da allora in poi, i suoi dipinti apparsi in Hilton Head Island, South Carolina e in Città Giardino, Long Island NY. Pino ha fatto diverse apparizioni sulle principali reti televisive, ed è stato intervistato su riviste nazionali e internazionali. 






Nel 2001, il figlio di Pino, Massimo, ha iniziato rappresenta il suo artista-padre, nonostante la riluttanza iniziale di Pino. Massimo, più noto come Max, è cresciuto con successo i suoi sforzi in una società di marketing redditizio, aiutando il padre espandersi oltre la sua rappresentazione galleria normale per includere riviste e libri.







Il suo lavoro continua ad apparire in gallerie d'arte di tutto il mondo, e le sue giclée stampe vendere in migliaia di dollari.

Il 25 maggio 2010 Pino è morto all'età di 70






 La sua arte suscita sentimenti di calore, nostalgia, amore e attaccamento alla famiglia. I suoi dipinti sono spesso impostati su spiagge assolate del Mediterraneo in cui è cresciuto .  La tecnica di Pino, i suoi colori caldi ed emozionanti sono le ragioni per i suoi dipinti sono ricercati dai collezionisti di tutto il mondo dell'arte.





Pino è stato profondamente influenzato dal Preraffaelliti e Macchiaioli , e dopo aver sperimentato con l'Espressionismo , è tornato alle sue radici impressionisti. Ha trovato ispirazione nelle opere di artisti come Sargeant , Sorolla , e Boldini .





I suoi soggetti spesso ruota attorno a donne sensuali nelle spiagge e le impostazioni boudoir all'interno in combinazioni di colori che evocano il 19 ° secolo. 






Il suo marchio di fabbrica pennellata è caratterizzata da femmine morbidamente illuminati dipinte con ombre verdastre lisce e distintivi di spessore mette in evidenza, pastello colorato, spesso con abiti dai colori vivaci e sfondi.

                                                          


                                                                           
Celebre per la sua capacità di catturare le espressioni fugaci e di movimento, le sue donne sono spesso perse nel pensiero o in attesa dei loro amanti.
               







                                                 

























1 commento:

  1. Maravillosas pinturas de Pino Daeni El colorido y las escenas de las pinturas son magistrales sin caer en la vulgaridad

    RispondiElimina